neve

domenica 22 luglio 2012

Recensione:Per l'@more basta un clic di Rainbow Rowell

Per l'@more basta un clic di Rainbow Rowell

Casa editrice: Piemme
Collana Narrativa
Pagine 364
Prezzo € 16,50
Data di pubblicazione 5 giugno 2012
ISBN 978-88-566-2220-1

Trama:

Ci sono confidenze che non possono proprio aspettare la pausa caffè. Lo sanno bene Beth e Jeniffer, colleghe e amiche alla redazione del «Courier». Meno male che c’è la posta elettronica dell’ufficio per discutere ampiamente di fidanzati artisti che si fanno mantenere, allarmi gravidanza, imbarazzanti abiti da damigella per matrimoni in cui non sei mai tu la sposa.Peccato, però, che la direzione del quotidiano abbia deciso di installare un sistema che monitora i computer dei dipendenti per evitare che si facciano i fatti propri nelle ore di lavoro. Ogni volta che un messaggio presenta una parola sospetta, finisce dritto dritto nella casella di posta di un temutissimo, quanto sconosciuto, controllore.La spia che si muove nell’ombra si chiama Lincoln: nerd dall’animo romantico, plurilaureato dal cuore infranto, non s’immaginava certo di dover ficcare il naso nelle e-mail dei colleghi quando ha risposto a un annuncio per un impiego da “addetto alla sicurezza informatica”. Ma se vuole andare via di casa (quando hai ventotto anni e sei americano, vivere ancora con tua madre è praticamente un reato), qualcosa deve pur guadagnare.Per fortuna, la corrispondenza tra Beth e Jennifer, che infrange regolarmente le direttive del giornale, gli tiene compagnia nei monotoni turni di notte. E lui, venendo meno ai suoi obblighi, nel loro caso non manda mai note di rimprovero. Perché le due ragazze sono inoffensive e simpatiche, le loro storie lo divertono e lo appassionano. E perché ben presto si accorge di essere innamorato di Beth, senza averla mai vista. Ormai troppo preso per tirarsi indietro, non gli resterà che vincere la timidezza e uscire allo scoperto: ma come si fa a dichiarare un amore virtuale?
Equivoci, batticuore e colpi di fulmine elettronici. Perché a volte, all’amore, non servono sguardi: basta un clic.

La mia recensione:

“Per l'@more basta un click”, di Rainbow Rowell, è un romanzo semplice e leggero, adattissimo per essere letto durante le vacanze estive e dalla copertina adorabile! 
Non appena ho letto la trama di questo romanzo me ne sono innamorata e non ho potuto fare a meno di leggerlo. 
Devo essere sincera però, le mie aspettative erano un po' troppo alte forse e non sono state soddisfatte totalmente. 
La storia si presenta a dialoghi alternati, infatti da una parte troviamo Beth e Jennifer, due amiche giornaliste e colleghe che durante le ore di lavoro si divertono a scambiarsi confidenze tramite e-mail. 
Dall'altra invece troviamo Lincoln, un giovane plurilaureato in informatica che svolge il lavoro di “supervisore” della rete interna del giornale per cui lavorano Jennifer e Beth. 
Lincoln è soprannominato da tutti la spia in quanto legge la posta degli altri per poi mandare richiami ai colleghi che usano la mail per uno scopo non lavorativo, inoltre nessuno sa chi sia realmente in quanto lavora di notte, quando il resto degli impiegati è a casa per non creare legami affettivi.. 
Le mail di Beth e Jennifer ovviamente sono personali e quindi le due ragazze dovrebbero essere segnalate da Lincoln, il ragazzo però, senza nessun motivo in particolare, si affeziona alle due colleghe, segue con interesse le loro vicende amorose e non e decide di “salvarle” cestinando tutte le loro discussioni. 
E proprio lo scambio di battute fra Jennifer e Beth è il punto forte di questo libro, le due ragazze infatti, parlano di tutti i loro problemi, senza peli sulla lingua e i capitoli che le vedono per protagoniste sono frizzanti, scorrevoli ed ironici. 
I capitoli invece che si focalizzano su Lincoln sono più statici, dalla lettura più lenta e in alcuni tratti noiosa. 
In effetti fino a metà romanzo non succede molto nella storia e tutta la situazione appare abbastanza statica tranne per il fatto che Lincoln piano piano scopre di provare qualcosa di più che semplice simpatia per Beth e finisce per innamorarsi di quella ragazza conosciuta attraverso il web, ragazza che nemmeno sa della sua esistenza e dei suoi sentimenti. 
 Ma a metà romanzo la narrazione subisce una svolta, finalmente le vite di tutti i protagonisti si intrecciano tra loro e la storia si fa più interessante e vivace e in men che non si dica ci porterà alle ultime pagine dove ci attende il tanto sospirato lieto fine, per il quale ho nutrito seri dubbi finchè non l'ho letto. 
Una vicenda sicuramente particolare, che sottolinea l'importanza del destino, quando due persone sono destinate l'una all'altra sono infiniti i modi in cui le loro strade possono incontrarsi... 
Mi è piaciuto anche il modo in cui l'autrice ha gestito l'intera vicenda di Internet che nei giorni in cui è ambiantato il romanzo, ancora non è diffuso come oggi, anzi le aziende lo vedono come un potenziale fattore di disturbo per tutte le attività lavorative e soprattutto sono spaventate dall'imminente Millenium Bag che minaccia di distruggere interi sistemi informatici. 
Leggere di queste vicende è stato come tornare indietro di una decina d'anni... Per finire un piccolo appunto sul nome dell'autrice, Rainbow, veramente singolare! 
Dalla nota bibliografica a fine libro si legge che i genitori lo scelsero in quanto hippie. 
Concludo quindi consigliando questo libro come una piacevole lettura senza troppe pretese.

3 Stelline 

A presto!


Nessun commento:

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?