neve

sabato 2 aprile 2016

Recensione:Una dolce ostilità di Marianne Kavanagh

Ciao a tutti!!
Oggi vi tengo compagnia con una nuova recensione:


Una dolce ostilità di Marianne Kavanagh

Casa Editrice: Garzanti
Pagine: 300 c.ca
Prezzo: 16.90 €
Data di pubblicazione: Marzo 2016

Trama:
Kim ha una sola certezza: odia Harry con tutta sé stessa. Eppure è costretta ad averlo sempre tra i piedi, a vederlo ogni giorno girare per casa. Perché è il migliore amico di sua sorella. La sua famiglia lo adora, ma Kim non riesce a fidarsi di lui. Non hanno nulla in comune. Harry si occupa di finanza e la carriera sembra essere il suo unico obiettivo, mentre lei fa volontariato e lavora per un ente non profit. Sono l'uno l'opposto dell'altro e non fanno che discutere. Fino a quando il destino non li unisce oltre la loro volontà: devono prendersi cura insieme del nipotino di Kim. E da allora tutto cambia. Giorno dopo giorno, la ragazza scopre che Harry ha sempre indossato una corazza per nascondere il suo animo ferito. Scopre che è stato costretto a crescere troppo in fretta. E nel profondo dei suoi occhi all'improvviso intravede qualcosa che non può dimenticare. Ma a cui non riesce a credere. Non è facile per lei accettare che Harry possa essere una persona diversa. Troppa ostilità ha diviso i loro cuori per tanto tempo. Eppure nel profondo di sé stessa sente che quell'odio forse non è nient'altro che una forma di amore. Ci vuole solo coraggio. Perché a volte per trovare l'anima gemella bisogna cercare proprio lì dove meno ci si aspetta  


La mia recensione:


Una dolce ostilità è un romanzo che mi ha stupito.

Dalla quarta di copertina e dalla cover stessa infatti mi aspettavo di leggere una storia d'amore sul filone dei new adult che tanto vanno di moda (e ci piacciono!) in questo periodo.

Invece mi sono imbattuta in una storia forte, di sentimenti d'amore, ma non amore romantico nel senso stretto del termine ma un amore profondo per una persona, amore portato avanti per anni in silenzio.

Ciò che domina tutta la storia è il grande amore che i due protagonisti, Kim e Harry, provano nei confronti di Eva, la sorella di Kim.

Ma andiamo con ordine, il romanzo è strutturato secondo gli anni in cui si sviluppa la storia e fondamentali sono i flashback dei personaggi riguardo episodi che li coinvolgono.

Piano piano, andando avanti con la lettura e unendo i vari ricordi prende vita una storia fuori dal comune, una vicenda per certi versi fatta di sofferenza ma anche di crescita e forza.

Le vite di Kim, Harry ed Eva sono strettamente intrecciate, i tre ragazzi crescono insieme, abbandonati, seppur in modi differenti, dai rispettivi genitori e costretti a crescere troppo in fretta.

La protagonista del libro, Kim, è una ragazza testarda, ferma sulle sue convinzioni, spesso sbagliate soprattutto nei confronti di Harry, che la fanno apparire come una ragazza debole, che sfugge alle difficoltà della vita e che, diciamola tutta, non è proprio così simpatica, anzi tutt'altro!

Harry invece è il ragazzo perfetto, dolce premuroso....è un personaggio dalle mille sfaccettature che il lettore scopre piano piano immergendosi nella storia.

Sicuramente il personaggio che ho preferito.

Infine c'è Eva, il perno di tutta la storia, è lei che tiene unita la “famiglia”, è lei che con la sua personalità hippy porta una ventata di gioia ovunque va ed è proprio lei contro cui si accanisce il destino....

Una storia che vi farà arrabbiare, che vi terrà con il fiato sospeso sulle pagine e chiudere il libro prima di arrivare alla fine sarà impossibile.

Una storia dolce amara, come la vita, dove i sogni raramente diventano realtà ma dove, alle volte, la realtà supera la fantasia.

Ciò che mi ha colpito di questo romanzo è stato anche lo stile narrativo dell'autrice, molto particolare, dal ritmo abbastanza lento ma allo stesso tempo coinvolgente.

Il romanzo è quasi interamente costruito su dei flashback, dei ricordi, e se all'inizio devo ammettere, questo modo di scrivere inizialmente mi ha mandato un po' in confusione, andando avanti nel racconto mi ha conquistato e senza rendermene conto ho cominciato a vedere la storia prendere forma ed erigersi come una piramide narrativa.

L'unica pecca a mio avviso è il finale, mi ha lasciato con l'amaro in bocca, avrei preferito leggere un vero finale della storia mentre molto è lasciato all'immaginazione del lettore riguardo al futuro.

Un romanzo autoconclusivo che consiglio a chi cerca una storia originale, fuori dal comune.

 e mezza


A presto,



Nessun commento:

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?