neve

venerdì 20 gennaio 2017

Recesione "Le emozioni difettose" di Laurie Halse Anderson

Buongiorno a tutti =)
eccomi qui a recensirvi la mia terza lettura del mese di Gennaio... Ho adorato due romanzi di quest'autrice, Speak e Wintergirl per la grandissima capacità dell'autrice di dire in maniera nuda e cruda la reale situazione emotiva dei suoi personaggi...

Oggi vedremo la storia di Kate Malone attraverso le pagine di...

LE EMOZIONI DIFETTOSE di Laurie Halse Anderson

Casa editrice: Giunti
Collana: Y
Pagine: 304
Prezzo: 14,50€
Data di pubblicazione: 5 Ottobre 2011

Trama:
Kate Malone frequenta l’ultimo anno di liceo ed è bravissima in chimica. Ha fatto domanda di ammissione all’università più importante del paese e, in attesa della lettera di risposta, corre a più non posso, di notte e di giorno. Corre per punirsi, per annullarsi, per non sentire l’ansia e la rabbia che le aggrovigliano le viscere e per fuggire da quel dolore che ha il nome di sua madre, morta molti anni prima.
Quando però la casa dei vicini viene distrutta da un incendio, Kate è costretta a fermarsi per affrontare con coraggio se stessa e una realtà del tutto inaspettata.

Un’altra prova magistrale di Laurie Halse Anderson, scrittrice pluripremiata e considerata una delle dieci autrici di YA più influenti nel mondo, tra le pochissime capaci di descrivere il complicato universo dei teenager.

Ed ecco a voi un piccolo estratto dal romanzo...
Aspetto che tutti siano andati a dormire, poi m’infilo le scarpe da ginnastica ed esco. Le file di case che costeggiano la strada sono le pareti di un labirinto da cui sto cercando di uscire. È come se il mio respiro provenisse da un altro corpo. Ho paura di aprire la bocca e dire qualcosa, perché potrei mettermi a urlare. Mi sento come se mi avessero tagliato in tanti piccoli pezzi di Kate che sono tutti uguali a me, corrono come me, parlano come me, si comportano come dovrebbero, ma si sono persi in questo labirinto. Kate Cattiva – che mi sta sempre addosso – dice che il labirinto è sempre stato lì, sono io che adesso riesco a vederlo per la prima volta perché porto le lenti a contatto. Kate Buona non fa che dire cose senza senso, è ora di andare a dormire.
La mia recensione:

Nuovo romanzo, nuovo problema adolescenziale affrontato!

In tutti i romanzi di Laurie Halse Anderson, almeno quelli che ho letto finora (Speak - Le parole non dette - la mia recensione qui; Wintergirl - la mia recensione qui), ci ritroviamo sempre a seguire i problemi adolescenziali di qualche ragazza in maniera così profonda e dettagliata, da sembrar quasi di essere tu stessa la protagonista che prova tutto questo.

Ne "Le emozioni difettose" facciamo la conoscenza di Kate Malone, un'adolescente con la passione per la chimica che frequenta l'ultimo anno del liceo e che spera a tutti i costi di entrare nella meravigliosa MIT, l'Istituto di Tecnologia del Massachusetts, dove spera di riuscire a seguire le orme della madre, venuta a mancare anni prima.

La protagonista ha una personalità molto particolare, talmente singolare da credere che esistano due Kate: la Kate Buona, l'alunna attenta in classe, la figlia esemplare di un prete e una sorella amorevole nei confronti del fratellino ammalato di asma e allergie varie; dall'altro lato c'è la Kate Cattiva che vorrebbe non avere tutte le responsabilità della casa sulle spalle e che vorrebbe essere lei accudita più che accudire qualcuno.

Accanto a lei vediamo amici e un fidanzato che il più delle volte trova più una seccatura che altro, allora si ritrova a correre, macina chilometri a perdifiato per dimenticare le incombenze che l'aspettano a casa, l'ansia per quella lettera con la risposta della scuola che non arriva, il terrore di non sentirsi adeguata...

Tutto ad un tratto, il corso della vita di Kate, specialmente dopo che una notte la casa dei suoi vicini viene distrutta da un incendio e, con disappunto della giovane, il padre invita la figlia dei vicini e il fratellino a vivere da loro finché non verrà ricostruita la loro abitazione. Peccato che la ragazza in questione sia Teri, la ragazza che la terrorizzava alle medie quando la picchiava praticamente tutti i giorni e tutt'ora, al liceo, col la sua stazza e prepotenza.

Come se questo non fosse abbastanza pesante, la lettera del MIT finalmente arriva, ma non con la risposta tanto agognata dalla nostra Kate e la ragazza vedrà tutti i suoi sogni e desideri più grandi svanire come neve al sole, in un batter di ciglia dove tutto il suo futuro sembrava certo e concreto, si crea e poi diventa il suo incubo personale

Tutto sembra andare a rotoli, niente è più come Kate aveva programmato e si ritrova con un pugno di mosche in mano, visto che era certa della sua ammissione al MIT da non aver provato a chiedere in nessun altro istituto la possibilità della sua iscrizione a loro.

Vedremo come Kate dovrà tentare venire a patti con le sue due metà per capire cosa fare, in quel momento di sconforto dove non sa a chi appoggiarsi o a chi chiedere consiglio... Tutto sembra remare contro di lei, ma un avvenimento tragico per Teri, aiuterà Kate ad aprire gli occhi e a rendere meno "difettose" le sue emozioni, iniziando a capire che se un sogno non si avvera, non bisogna mollare tutto e commiserarsi, ma bisogna avere la forza di capire cosa si vuol fare della propria vita e crearsi nuovi sogni da inseguire, nuovi obiettivi da raggiungere.

Questo romanzo, come per gli altri che ho letto dell'autrice, ha una tematica molto forte e la Anderson ha una grandissima capacità di espressione da rendere tutto fin troppo realistico e all'apparenza duro che volente, o no, devi accettarla e devi saperla gestire al meglio delle tue capacità.

Un buon libro che aiuta a riflettere, anche se l'ho trovato leggermente sottotono rispetto a Speak e a Wintergirl... Non so... Ho fatto più fatica a finire di leggere questo romanzo e ho dovuto riprendere alcuni passaggi per capire bene il momento del cambiamento di uno stato d'animo del personaggio o di un particolare evento che mi era sfuggito alla prima lettura...

1/2

E voi che ne pensate?
Lo avete letto? Concordate con me?

A presto


Nessun commento:

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?