neve

domenica 10 marzo 2013

Rubrica a tu per tu con...Sonia Paolini

SINNERMAN di Sonia Paolini

Casa Editrice: Drops Edizioni
Generi: Passione e Sentimenti; Romanzi rosa d'ambientazione storica
Formato Ebook (senza DRM)
Pagine 228
Prezzo 0,79 E (se acquistato direttamente sul sito della società editrice http://www.dropsedizioni.it/prodotti/futura/ ), 1,99 E (se acquistato su portali di
vendita libri on-line tipo Amazon, Mondadori, Feltrinelli, Rizzoli, Hoepli…etc…)
Data di puibblicazione: 11/12/2012
ISBN 9788898058242

Trama:
L’amore è quanto distingue l’uomo dall’animale, il limite tra l’istinto ed il sentimento, il confine della follia…
Sinnerman, ambientato nel 1930, è la storia di un uomo, Eric Foster, imprenditore di Atlanta (Georgia) di 38 anni, che, durante un viaggio di lavoro a New Orleans (Louisiana), incontra per caso una giovane ragazza, Sophie, di soli 14 anni.
Appena la vede se ne innamora perdutamente ed è disposto a tutto pur di portarla con sé. Il suo amore da subito si trasforma in ossessione e questo lo farà soffrire in prima persona e farà soffrire la giovane donna, che nel mentre si innamora di lui.
Contro di lei sarà capace di azioni terribili e, quando si accorgerà degli errori commessi, trascorrerà gran parte della storia a chiedere perdono (come nel testo della canzone Sinnerman –il peccatore- di Nina Simone da cui nasce il titolo del libro).
Il romanzo si sviluppa in tre importanti città degli Stati Uniti, la
prima è New Orleans (Louisiana), la seconda è Atlanta (Georgia) e la successiva è New York, nella cornice
storica che va dal 1930 al 1950. Quella narrata è una storia a tinte forti, spesso violente, dove i sentimenti, le
paure, i tormenti del genere umano portano i protagonisti ad essere vittime delle loro stesse indoli.

L'autrice:
Sonia Paolini è nata a Monterotondo (RM) il 24.12.1972. Fin da piccola ama disegnare, leggere, scrivere e creare storie.
Vede nella scrittura, intesa come libera fantasia, l’unico momento in cui si può incidere sull’inesorabile destino del genere umano (una sorta di ‘Demiurgo’). Il suo libro di esordio è Sinnerman, presentato, prima della pubblicazione, ad un concorso letterario (UN FIORINO) in cui è arrivato tra i finalisti.


 Ed ora passiamo all'intervista!

Ciao Sonia e benvenuta sul blog ROMANCE E NON SOLO. Per prima cosa grazie per aver
accettato di fare quest'intervista per i lettori del nostro blog!
Passiamo subito alle domande =D

Ti va di raccontarci qualcosa di te?
Sono nata nell’anno bisestile 1972, già questo fatto è significativo e forse
preoccupante… Da quando ero piccola la fantasia ha coccolato la mia esistenza. 
Il mondo senza fantasia e senza sogni mi sembrava così scolorito… Il mio universo era popolato di personaggi fantastici, che mi facevano compagnia e che un giorno mi chiesero di venire a conoscere la realtà, e io li invitai ad uscire.

La tua passione per la scrittura è nata da poco o è una passione che hai coltivato nel corso degli anni?
Quando non sapevo ancora scrivere, mi disperavo perché volevo riempire fogli e quaderni con le storie incredibili, di cui avevo la testa piena. Finalmente, come tutti, imparai a scrivere e la frustrazione venne meno. Riempivo pagine e pagine di storie allegre, tristi, comiche, semplici o complicate. 
Ebbi poi la fortuna di avere come professore di lettere, alle scuole medie, uno scrittore, che mi spronò a coltivare la passione per la scrittura e che mi faceva continuamente dono di libri, che ancora conservo. Scelsi successivamente il liceo classico, che mi permise di conoscere le
materie umanistiche e, infine, il tutto venne coronato da una laurea. Dopo l’Università, purtroppo, a causa delle nuove responsabilità e del poco tempo a disposizione, dovetti chiudere in un cassetto la mia passione, ma poi qualche anno fa è prepotentemente e fortunatamente riemersa e non mi ha più dato tregua, o forse sono io a non avergliene più data…

Che genere prediligi particolarmente scrivere?
L’amore, i sentimenti, le frustrazioni, i conflitti umani sono gli elementi portanti delle storie che scrivo, però l’articolazione delle stesse, la loro trama sono le più disparate.
Sinnerman, ad esempio, è stato classificato Romanzo d’Amore e Storico, perché diversi sono i riferimenti a fatti realmente accaduti tra il 1930 ed il 1950 (Grande Depressione,New Deal, seconda guerra mondiale, guerra fredda), mentre il nuovo che ho scritto, e che sto correggendo, è ambientato in tempi moderni e non ci sono particolari riferimenti
alla Storia. Il terzo, per il quale mi sto ancora documentando, riproporrà nuovamente la Storia come elemento di unione. 
Il tema comune di tutte le trame da me ordite è comunque l’amore, non inteso solo come storia d’amore tra uomo e donna, ma l’amore
come sentimento, l’amore che distingue l’uomo dall’animale, che porta l’uomo a gioire come a soffrire e spesso, purtroppo, ad essere vittima di se stesso.

Nella scelta del genere con cui hai pubblicato i tuoi libri ti sei ispirata ad un autore in particolare che ti piace particolarmente? Se si, chi?
Due scrittori a me molto cari, benché diversi tra loro, sono Wilbur Smith e KenFollett. 
A mio parere hanno una capacità ed una fantasia fuori del comune. Scrivendo Sinnerman, mi sarebbe piaciuto assomigliare ‘umilmente’ un po’ a loro. 
Poi ho capito che il mio modo di scrivere è diverso. Rileggendo Sinnerman e, ancor più, il nuovo manoscritto, ho constatato che ho un modo tutto mio di elaborare le storie. Narro le vicende, descrivo le situazioni con gli occhi, con le sensazioni e con le emozioni degli stessi personaggi. 
Il mio stile è stato definito ‘delicato’, sono poi i protagonisti con i loro
dialoghi, con le loro emozioni, con le loro frustrazioni a renderlo sofferto.

Durante la scrittura dei tuoi romanzi, il luogo dove ti rifugi a scrivere deve essere silenzioso? O preferisci un sottofondo di musica? Hai un’atmosfera particolare che ti aiuta a rilassarti durante la scrittura?
Il silenzio è la condizione migliore per riuscire a sentire quello che i personaggi delle mie storie vogliono dirmi e vogliono che io scriva. Amo il silenzio, mi fa concentrare e fa venire fuori il meglio di me. 
Sono alla mia scrivania, con il pc acceso, nel silenzio più assoluto, una tazza di caffè ed una sigaretta, niente di meglio! Ogni tanto, per rilassarmi, navigo su YOU-TUBE e scelgo la musica o la canzone, che in quel momento maggiormente mi ispirano e, una volta terminate, riprendo a scrivere più entusiasta di prima. La musica (classica, pop, rock…) è la mia musa ispiratrice. 
Lo dimostra il fatto che i miei racconti e i miei romanzi hanno sempre il titolo di una canzone o di una melodia (Sinnerman è infatti il titolo di una canzone di Nina Simone), anche il nuovo manoscritto è ispirato al titolo di una melodia (questa volta classica), come un racconto che ho inviato ad un concorso nel mese di febbraio (musica rock).

L’autore, oltre che scrivere, legge anche xD Quale genere prediligi di più leggere?
Romanzi simili al tuo o di diverso genere?
Da quando ero piccola amo leggere. La mattina, per iniziare alla grande la mia giornata,mi sveglio prestissimo, per poter trascorrere almeno due ore a leggere. Mi piacciono un po’ tutti i generi. I libri di avventura (tipo quelli di Wilbur Smith), i classici (da poco ho letto Don Chisciotte, Il circolo Pickwick, La Montagna Incantata, le tragedie greche etc…), i libri storici (come quelli di Ken Follett), mi piace Haruki Murakami e tanti altri.

Quali sono i tuoi progetti futuri o idee in cantiere? Naturalmente solo se puoi e vuoi
renderlo noto ai lettori ^^.
Come ho già detto, sto correggendo il mio nuovo manoscritto e, a breve, dovrei inoltrarlo in lettura alle case editrici, sperando che qualcuna mi invii una proposta di pubblicazione. Ne ho già un altro che sta trepidando, perché vuole essere scritto. 
La vicenda è legata a fatti storici realmente avvenuti, pertanto, debbo prima analizzarli e conoscerli bene, per poi stenderla. E chissà ancora cos’altro riuscirò a scrivere!
Comunque ci sono così tante storie che navigano nella mia mente, in attesa del loro turno, che non dovrei annoiarmi per il resto della vita!

Bene con questo è tutto… Ti ringraziamo di cuore per la tua disponibilità Sonia! In bocca al lupo per il tuo lavoro. C’è qualcosa che vorresti ancora aggiungere?

Vorrei solo aggiungere che, come tutti gli autori, mi auguro che chi legge le mie storie trascorra qualche ora piacevole e, magari, le ricordi nel tempo.

A presto!!
 

Nessun commento:

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?