neve

domenica 24 marzo 2013

Recensione:The Selection di Kiera Cass

The Selection di Kiera Cass

Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Pagine:312
Prezzo:€ 17,90
ISBN978882005398
Data di pubblicazione: 12 Marzo 2013

Trama:
Uno spettacolo sfavillante come un diamante. Una competizione feroce come la vita. Un gioco pericoloso come l'amore.
Molti anni dopo la Quarta guerra mondiale, in un Paese lontano, devastato dalla miseria e dalla fame, l'erede al trono sceglie la propria moglie con un reality show. Spettacolare.
Così, per trentacinque ragazze la Selezione diventa l'occasione di tutta una vita. L'opportunità di sfuggire a un destino di fatica e povertà. Di conquistare il cuore del bellissimo principe Maxon, e di sognare un futuro migliore. Un futuro di feste, gioielli eabiti scintillanti. Ma per America Singer è un incubo.
A sedici anni, l'ultima cosa che vorrebbe è lasciare la casa in cui è cresciuta per essere rinchiusa tra le mura di un palazzo che non conosce ed entrare a far parte di una gara crudele. In nome di una corona - e di un uomo - che non desidera. Niente e nessuno, infatti, potrà strapparle dal cuore il ragazzo che ama in gran segreto: il coraggioso e irrequieto Aspen, l'amico di sempre, che vorrebbe sposare più di ogni altra cosa al mondo. Poi, però, America incontra il principe Maxon, e la situazione si complica. Perché Maxon è tutto ciò che Aspen non sarà mai: affascinante, gentile, premuroso e immensamente ricco. E può regalarle un'esistenza che lei non ha mai nemmeno osato immaginare? 


La mia recensione:

Attendevo con ansia l'uscita di questo libro e finalmente posso dirvi il mio parere.
The Selection è un romanzo fresco e sbarazzino che farà sognare tante giovani lettrici.
Lo stile di Kiera Cass è molto semplice e scorrevole e per questo la lettura scorre velocemente.
Ciò che ho più apprezzato di questo romanzo è stata l'idea di base su cui è costruita la trama, un'idea senz'altro originale rispetto ai romanzi che ho letto fin'ora che mescola più generi.
Infatti troviamo riferimenti al genere distopico, al romance e un pizzico di favola.
Sinceramente credevo che il romanzo avesse un forte carattere distopico invece devo dire che gli elementi distopici ci sono ma solamente nei capitoli iniziali.
Così scopriamo che il mondo ha dovuto affrontare una Quarta Guerra mondiale e l'America è stata invasa dalla Cina.
Riconquistata la sua libertà lo stato Americano ha scelto di chiamarsi in onore del suo salvatore, Illea.
La società americana è completamente cambiata, troviamo infatti la famiglia reale al comando di otto caste sociali che dividono la popolazione.
La scalata attraverso le caste è possibile ma non facile, la via più semplice è sicuramente quella del matrimonio.
La donna infatti una volta sposata assume la classe del marito.
Vi sono poi degli eventi eccezionali che permettono di salire di livello, tra questi la chiamata alle armi due volte l'anno per un gruppo di giovani estratti a sorte che fa guadagnare loro lo status sociale di seconda casta.
E poi vi è un evento molto discutibile su cui è incentrato tutto il romanzo, la scelta della consorte da parte del futuro re.
Questa scelta è un vero e proprio evento mediatico, seguito da tutte le caste attraverso la televisione.
Alla selezione possono partecipare tutte le giovani donne in età da marito, solo 35 saranno selezionate in tutta la nazione e potranno andare a vivere a Palazzo per tutto il periodo della scelta.
Durante il soggiorno le loro famiglie riceveranno un congruo compenso e le 35 partecipanti assumeranno lo status di terza casta automaticamente.
Alle vincitrice invece spetterà la prima classe, con l'innalzamento di tutta la sua famiglia.
Una selezione che sicuramente tende a far apparire l'evento del matrimonio reale superficiale e poco romantico.
Ed è proprio così che la pensa la protagonista America, la quale non si preoccupa della Selezione imminente in quanto il suo cuore è già impegnato con il bel Aspen, un suo amico d'infanzia dal cuore d'oro che lavora tutto il giorno per aiutare la famiglia.
L'amore con Aspen sembrerebbe perfetto ma c'è un problema alla loro unione, America infatti è una cinque mentre Aspen è un sei e per una donna è disdicevole sposarsi con un membro di casta inferiore.
Inizialmente questo non sembra preoccupare i due ragazzi ma ben presto il cuore di Aspen non ce la farà a sopportare un tale peso e prima spingerà America ad accettare la convocazione alla selezione e poi la lascerà.
America, delusa e arrabbiata con lui partirà con la speranza di aiutare almeno la sua famiglia, certa di essere rispedita a casa quanto prima.
Ma le cose non andranno come la giovane aveva preventivato e a Palazzo troverà una nuova casa, una nuova famiglia ma soprattutto un ragazzo dolce e comprensivo, il principe, che non si arrenderà dinnanzi al suo cuore chiuso.
Tra colazioni sfarzose, vestiti da sogno,rivalità, interviste e fughe dai ribelli che sono sempre in agguato fuori dalle mura reali la gara si tramuterà per America in una vera esperienza di vita dalle mille sorprese.
Un romanzo molto carino, semplice e senza troppe pretese che vi farà trascorrere delle ore piacevoli.
Adatto ad un pubblico giovane e femminile,il romance infatti occupa gran parte della scena.
Impossibile non riportare alla mente la favola di Cenerentola: la chiamata al ballo, il vestito di America che verrà strappato da una sua rivale e la copertina, veramente stupenda e fortunatamente conservata nello stile originale.
Unica nota stonata il finale non finale.
Infatti la narrazione viene interrotta sul più bello lasciando il lettore di stucco.
The Selection è il primo volume di una trilogia e contiene molte lacune, domande irrisolte e lo stile dell'autrice è un po' acerbo ma spero vivamente che con i prossimi capitoli il tutto trovi una soluzione e soprattutto la trilogia conquisti nei volumi successivi il tanto promesso tema distopico la cui trattazione era partita veramente bene ma poi si è persa per strada lasciando spazio al romance.



e 3/4

A presto!!




1 commento:

Elena ha detto...

Io gli ho dato un tre secco, penso sia molto carino ma non è il genere di lettura che cercavo...spero comunque che il secondo sia più maturo e coinvolgente ^^

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?