neve

giovedì 8 dicembre 2011

Nuova uscita: Sette fiori di senape di Conor Grennan

Buongiorno!!
Ecco qui una nuova uscita firmata Piemme:
Sette fiori di senape di Conor Grennan

Conor Grennan era un ragazzo normale, un bravo ragazzo ma come ce ne sono tanti: niente aneliti da supereroe ne’ da missionario.
Soltanto un giro intorno al mondo di un anno, si era detto, un po’ annoiato da otto anni di lavoro all’EastWest Institute (EWI) prima a Praga e poi a Bruxelles.
Tre mesi iniziali di volontariato per far tacere chi gli dava dell’incosciente e poi via in un vagabondaggio senza meta.
Era il 2004.
Ma il Nepal, o meglio i diciotto ragazzi della Little Princes Children’s House, un orfanotrofio pochi kilometri a sud di Kathmandu, hanno stravolto i suoi piani.
Sette fiori di senape è la loro storia: di Conor e di quei ragazzi della remotissima provincia di Humla che in realtà orfani non erano, ma bambini trafficati da profittatori della guerra in un Nepal devastato dalla guerra civile (1996-2006) tra la monarchia e le truppe dei ribelli maoisti.
Portati via con la menzogna a genitori poverissimi convinti a pagare di fronte alla promessa di una qualche salvezza per i loro figli.
E poi abbandonati.
Questa è la scoperta che sciocca Grennan e lo riporta in Nepal un anno dopo.
Questa è la molla che lo spinge a cercare fondi e a fondare una Ong, Next Generation Nepal, per restituire quei bambini alla loro infanzia e ai loro genitori.

Quando varca il cancello dell’orfanotrofio, Conor non sa ancora che la sua vita sta per cambiare per sempre. In realtà il suo primo pensiero di fronte a quel branco festante è la fuga. Ma con il passare dei giorni si accorge che di quei bambini non può più fare a meno. Mesi dopo, appena tornato in America, Conor riceve una mail devastante. Sette bambini di cui si era preso cura sono scomparsi. Rapiti. Forse per farne bambini soldato. Forse destinati al mercato delle adozioni illegali, o addirittura del traffico d’organi. In un istante prende una decisione. Deve tornare in Nepal e ritrovare quei bambini, a qualunque costo. Sfidando connivenze e omertà e rischiando la sua stessa vita, Conor si mette sulle loro tracce lungo i sentieri dell'Himalaya.

Acquistato per oltre un milione di dollari (New York Observer) dall’editore William Morrow (Harperscollin) che lo ha pubblicato negli Usa, Little Princes, questo il titolo originale, è una memoir “piena di humour, emozionante e ispiratrice insieme” scrive Publishers Weekly; “un libro che funziona – scrive invece Usa Today -, perché Grennan descrive i bambini come individui ossessionati da questioni pressanti (come il perché lui non sia sposato) piuttosto che come vittime della povertà del terzo mondo”.
Con recensioni su Los Angeles Times, Usa Today, San Francisco Chronicle, Publishers Weekly, Indiebound, Huffington Post e accolto dalla critica come la nuova Città della gioia, Sette fiori di senape è in corso di pubblicazione in ben 13 paesi.


Ne parlano così:


“Se avete amato Tre tazze di tè, questo libro vi entusiasmerà.”
Los Angeles Times

“Un libro illuminante.”
Usa Today

L'autore:
Conor Grennan, doppia cittadinanza, americana e irlandese, laureato alla University of Virginia e alla NYU Stern School of Business, Conor Grennan, figlio di un famoso poeta, cresciuto in una casa frequentata da personalità come il premio Nobel Seamus Heaney, ha fondato l’organizzazione Next Generation Nepal che si occupa di restituire alle famiglie i bambini rapiti dai trafficanti. Oggi vive in Connecticut con la moglie Liz e i due figli e torna in Nepal una volta all’anno. Sette fiori di senape è il suo primo libro.

http://conorgrennan.com/


A presto,

Nessun commento:

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?