neve

domenica 2 giugno 2013

Recensione:Il bambino che cadde sulla terra di Kathy Lette

Il bambino che cadde sulla terra di Kathy Lette

Casa Editrice: Dalai Editore
Pagine:288
Prezzo: 15,90 €
Data di pubblicazione: 28 Marzo 2013

Trama:
Da quando il padre di Merlin, Jeremy, se n’è andato – subito dopo la diagnosi di autismo – lasciando lei e il figlio, Lucy ha fatto di Merlin il centro del suo mondo. Alle prese con le gioie e le difficoltà di crescere un bambino eccentricamente adorabile, ma impegnativo (se soltanto Merlin fosse arrivato con un manuale di istruzioni!), Lucy non ha tempo per altri uomini nella propria vita, perciò perché darsi la pena di cercarne uno?
Quando Merlin compie dieci anni, Lucy comincia seriamente a preoccuparsi che il Papa possa contattarla per chiederle suggerimenti in materia di castità, perciò decide di rimettere piede (per quanto il pedicure lasci a desiderare) nel mondo degli uomini. Ma a causa della bizzarria di Merlin, le cose non vanno come aveva immaginato. Tuttavia, proprio quando Lucy sta per rassegnarsi a una vita da single, ecco che Archie – il più perfetto, per lei e per suo figlio, degli uomini imperfetti – bussa alla sua porta. E lo stesso fa Jeremy, pronto a implorare perdono e una seconda possibilità… Di cosa ha bisogno Lucy? Di un vero padre per Merlin o di un compagno affidabile per se stessa?

La mia recensione:

Un romanzo decisamente particolare, che narra come possono cambiare la propria vita, le proprie abitudini, la considerazione della quotidianità quando si dà alla luce un bambino affetto da autismo.
Una storia narrata in modo egregio, delicato a volte, forte e duro altre, ma decisamente meraviglioso. Dopo aver iniziato a leggere il romanzo non si riesce più a staccarsene.
Dopo essere arrivata alla fine, per gustare appieno la storia ed i personaggi ho riletto più volte le ultime dieci pagine, un po' per non separarmi dalla storia e un po' per immergermi veramente fino in fondo ad essa.
Questo libro ha il dono di infondere una marea di sentimenti, a volte anche contrastanti al lettore, ma quello che a me ha lasciato alla fine è soltanto tanto amore.
La scrittrice Kathy Lette deve aver fatto molte ricerche per riuscire ad ottenere il risultato di scrivere un romanzo così profondo e reale.
Il bambino che cadde sulla terra” è la storia di una giovane donna, Lucy, un'insegnate inglese, di origini semplici ma davvero molto eccentriche....leggendo capirete cosa intendo!
La giovane si innamora di Jeremy, un ragazzo molto attraente e proiettato verso la carriera spinto soprattutto da un padre esigente e da una madre che tiene i fili di tutta la famiglia.
Quella di Jeremy è una famiglia ricca e potente mentre quella di Lucy è modesta, animata dall'amore.
Lucy e Jeremy, nonostante le diversità ben presto si sposano e all'arrivo del loro primogenito sono uniti più che mai: la nascita del piccolo Merlin porterà una gioia infinita.
I problemi inizieranno quando Lucy si renderà conto durante la crescita che il suo adorato Merlin è un bambino speciale.
Molti medici lo visiteranno e tutti confermeranno le paure della giovane madre: Merlin è affetto da autismo.
Jeremy di fronte a questa rivelazione si mostrerà distaccato, indifferente a tutto ciò che accade alla sua famiglia.
Lascerà la moglie con le sue paure ed angosce, allontanerà sia lei che il piccolo Merlin al punto che con la scusa del troppo lavoro inizierà a non tornare a casa per giorni.
Un comportamento che Lucy non si sarebbe mai aspettata da suo marito.
La giovane per fortuna avrà il conforto della sua famiglia, soprattutto di sua sorella e di sua madre.
Crescere un bambino autistico non è facile, rendersi conto che c'è tanto disinteresse intorno a lui e persino imbarazzo per una madre è struggente.
Jeremy dopo poco tempo lascerà definitivamente Lucy per andare a vivere in America con una giovane donna in carriera, molto simile a lui.
Dopo questi avvenimenti il bambino si sentirà colpevole per la mancanza del padre e si attaccherà all'amore della madre in modo morboso.
I problemi che dovranno affrontare entrambi nella crescita saranno tantissimi, soprattutto nelle scuole che Merlin frequenterà.
Qui conosceremo la malvagità dei giovani e l'indifferenza degli adulti. L'assenza di un compagno pesa a Lucy ma quando cercherà di rifarsi una vita, dovrà scontrarsi con l'insensibilità dei nuclei familiari che andrà mano a mano a conoscere e conseguentemente a scartare.
Lucy e Merlin, un binomio inscindibile e forse condannato a vivere isolato dal resto del mondo per sempre.
Tutto cambierà però con l'arrivo inaspettato di un australiano, Archie, personaggio alquanto strano ma a modo suo affidabile che per un periodo starà al fianco di Lucy conquistandosi anche l'affetto incondizionato di Merlin.
Quando sembra affacciarsi il sereno ricominceranno i guai con il ritorno di Jeremy che, dopo anni di assenza affettiva ed economica, con insistenza prova a riavvicinare Lucy e soprattutto pretende di farsi amare da un figlio che neppure conosce.
Succederanno molte cose a questo punto: lascio a voi assaporarle per vedere come andrà a finire.
Consiglio questo romanzo a tutti, sia giovani che adulti.
Dona una conoscenza della situazione della malattia ed una carica di accettazione inaspettata, meravigliosa.
Un romanzo che poteva volgere al drammatico ma grazie all'abilità dell'autrice ti fa ridere spesso e sorridere per la simpatia dei meravigliosi personaggi e le situazioni che si vengono a creare.
Un romanzo che educa all'accettazione del diverso che non vuol dire “malato”, assolutamente, forse alieno perchè no, ma sicuramente meraviglioso.
Nessuno dovrà mai pretendere di cambiare un giovane adorato come Merlin, casomai assaporarne la diversità e viverlo fino alla fine nella sua semplicità, schiettezza, con tanto amore.

Vi lascio con alcune frasi del romanzo che mi hanno colpita:

E' affascinante essere me” dice improvvisamente Merlin.
Con i suoi occhi azzurri, i riccioli biondi e la bocca rossa come un frutto maturo, mio figlio ha l'aspetto di un cherubino malizioso.
Penso proprio di sì”concordo.
Merlin mi sorride e io faccio altrettanto. Con gli occhi.
E' una lingua che Jeremy non imparerà mai...il linguaggio segreto del cuore.
Merlin....L'ho chiamato così perchè volevo fosse diverso.
E lo è,dice orgogliosa Lucy, Straordinariamente,meravigliosamente,stupendamente diverso.”

  

L'autrice: Kathy Lette, columnist per diverse testate e scrittrice di sit-com televisive in America e Australia, è approdata al successo internazionale con i suoi romanzi, tradotti in quattordici lingue. Vive a Londra con i due figli e il marito. Ambasciatrice per Women and Children First, Plan International e White Ribbon Alliance, nel 2010 ha ricevuto una laurea honoris causa dalla Solent Southampton University. Per Baldini&Castoldi ha pubblicato Come uccidere il marito (e altri utili consigli domestici) (2007) e Finché divorzio non ci separi (2009).


A presto!!!

 
 
 

Nessun commento:

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?