neve

venerdì 2 settembre 2011

Festivaletteratura Mantova 2011

Buon Pomeriggio a tutti!!
Chi di Voi andrà al Festivaletteratura di Mantova 2011??
Ecco Gli appuntamenti curati dalla Casa Editrice Garzanti:

Giovedì 08 settembre 2011:
ore 15:30 al Conservatorio di musica
Campiani Bruno Gambarotta, autore de Le ricette di Nefertiti, e Paolo Nori leggono Il mulino del Po e Il diavolo al Pontelungo di R. Bacchelli.

Venerdì 09 settembre 2011
ore 10:45 Teatro Ariston
Giuliano Turone, presenta il suo libro" Il caso Battisti".
Con l’autore dialoga Gherardo Colombo

Venerdì 09 settembre 2011
ore 14:30 Palazzo Ducale - Cortile della Cavallerizza
DALLE REGOLE AL PERDONO
Laura Boella incontra Gherardo Colombo, presidente di Garzanti Libri

Venerdì 09 settembre 2011
ore 15:30 Tenda Sordello
GAMBAROTTA L’EGIZIANO
Bruno Gambarotta presenta il suo nuovo romanzo "Le ricette di Nefertiti"

Venerdì 09 settembre 2011
ore 21:30 Conservatorio di musica Campiani
E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE
Dante Alighieri, l'Unità d'Italia e la Costituzione Spettacolo di e con Giuliano Turone, autore de Il caso Battisti

Sabato 10 settembre 2011
ore 11:00 Palazzo Ducale - Cortile della Cavallerizza
INEDITA ENERGIA. OMAGGIO AD ATTILIO BERTOLUCCI
Con Bernardo Bertolucci autore de La mia magnifica ossessione. Partecipano Corrado Augias, Giuseppe Bertolucci e Lella Costa.

Sabato 10 settembre 2011
ore 12:15 Finestre del centro storico
DEFENESTRATO, PENSIERI AL BALCONE
Alessandro Bergonzoni, autore di Nel, arringa la folla

Sabato 10 settembre 2011
ore 17:00 Teatro Ariston
Kim Edwards presenta il suo nuovo romanzo Un giorno mi troverai La incontra Luciano Minerva

Sabato 10 settembre 2011
ore 18:00 Finestre del centro storico
DEFENESTRATO, PENSIERI AL BALCONE
Alessandro Bergonzoni, autore di Nel, arringa la folla

Domenica 11 settembre 2011
ore 15:00 Palazzo di San Sebastiano
IL PENSIERO DI DIO
Vito Mancuso, presenta il suo saggio Io e Dio Gad Lerner incontra l’autore

Domenica 11 settembre 2011
ore 16:30 Palazzo Ducale - Cortile della Cavallerizza
TESTO DA PALCO NEL RACCONTARE NEL
Nel è lo spettacolo che ha girato più di cento città, Nel è il testo di quello spettacolo, pubblicato da Garzanti Libri, Nel è Alessandro Bergonzoni

Per ulteriori informazioni:
http://www.festivaletteratura.it/

Di seguito i libri che verranno presentati duranti il Festivaletteratura 2011

 Le ricette di Nefertiti di Bruno Gambarotta

Collana: Narratori Moderni
Pagine: 224
Prezzo: 16.60 Euro
Data di pubblicazione: 8 settembre 2011


Trama:
È l'evento archeologico dell'anno. Dai depositi del museo egizio è emerso un documento straordinario: dodici ricette annotate su papiro, le uniche ricette dell'Antico Egitto giunte sino a noi. È un documento straordinario, anche perché opera della regina Nefertiti, una tra le donne più belle e affascinanti di tutti i tempi. E secondo alcune indiscrezioni, queste ricette sarebbero addirittura i manicaretti che la regina preparava per accendere il desiderio del suo sposo Akhenaton! I dodici fragili papiri erano nelle mani dell'egittologo Paolo Maria Barbarasa, ma ora i preziosi reperti sono scomparsi. Come farà a ritrovarli nel giro di una sola settimana, come ha promesso al direttore della Fondazione dei santi Pasquale e Scolastica, che sostiene le sue ricerche? E che ruolo ha nell'intrigo la signora Angelica, sua moglie e madre delle sue tre figlie? Nella sua frenetica indagine, Paola Maria Barbarasa si ritrova al centro di un irresistibile girotondo di figure femminili: la flessuosa danzatrice Alessandra, la bigotta Iris, la poetessa Ninì Tacchinardi Persiani, e ancora Daniela Gonin, efficiente agente immobiliare appassionata di sedute spiritiche…

Il caso Battisti di Giuliano Turone

Collana: Saggi
Pagine: 180
Prezzo: 16.00 Euro

Trama:
Da decenni ormai il «caso Battisti» ritorna regolarmente sulle prime pagine dei giornali e suscita accesi dibattiti: in Italia, ma anche in Messico, Francia, Brasile, i Paesi dove il latitante ha trovato rifugio dopo l’evasione dal carcere di Frosinone nel 1981. Per alcuni (come Bernard-Henri Lévy e Fred Vargas, ma anche molti intellettuali italiani), Cesare Battisti è perseguitato dal sistema giudiziario italiano: una vittima della legislazione speciale anti-terrorismo e delle delazioni dei pentiti. Per altri è solo un criminale che deve scontare diversi ergastoli per quattro omicidi. Giuliano Turone ha voluto fare chiarezza sulla vicenda, uno dei casi giudiziari più lunghi e intricati degli ultimi anni, partendo dall’esame dei 53 faldoni che contengono gli atti dei processi (una decina) contro i Proletari armati per il comunismo. Il caso Battisti racconta le azioni di uno dei gruppi «minori» (ma non per questo meno feroci) della lotta armata degli anni Settanta. Ne ricostruisce le motivazioni ideologiche (a partire dalle posizioni di «Potere operaio»), esaminando i rapporti tra criminalità comune e terrorismo politico. Ripercorre le indagini, rilegge gli atti, discute le sentenze sulla base della legislazione allora vigente e sulla base di quella attuale, anche per quanto riguarda l’uso delle dichiarazioni dei pentiti. Dietro la parabola del controverso terrorista-scrittore, emerge così il clima di una delle pagine più drammatiche della nostra storia: un passato che continua a pesare sul nostro presente, con i suoi conti mai chiusi, con le sue ferite ancora aperte.

La mia magnifica ossessione di Bernardo Bertolucci

Collana: Saggi
Prezzo: 18.00 Euro

Trama:
La mia magnifica ossessione è, nelle parole di Bernardo Bertolucci, «il libro che non sapevo di avere scritto»: dove parla dei suoi film e di quelli che lo hanno più segnato, e dove sfilano i suoi maestri, i suoi amici, i suoi compagni di viaggio. Nell’arco di oltre quarant’anni, in maniera apparentemente frammentaria e tuttavia con una profonda coerenza, quando era necessario far sentire la propria voce, Bertolucci ha continuato a scrivere e a intervenire, con la sua lucidità, il suo amore per il cinema, la sua passione civile ed etica. Grazie alla cura di Fabio Francione e Piero Spila, La mia magnifica ossessione permette di ripercorrere, in una carrellata «in soggettiva», l’avventura creativa di un maestro del cinema: in primo luogo attraverso quello che lo stesso autore racconta dei suoi film e delle occasioni che li hanno fatti nascere, dagli esordi con La commare secca e Prima della rivoluzione, al grande scandalo e al rogo per Ultimo tango a Parigi, fino ai successi internazionali di Novecento, L’ultimo imperatore, Il tè nel deserto e Piccolo Buddha, e ancora ai più recenti, L’assedio e The Dreamers. La mia magnifica ossessione è anche una sorta di autobiografia. Parte dagli anni della formazione, con i ricordi del padre poeta Attilio, di Pasolini (di cui fu amico e aiuto regista), di Moravia. Ci racconta degli incontri, dei viaggi, delle esperienze. Ci presenta i film e i registi più amati, da Chaplin a Ophüls, da Godard a Bresson, da Renoir a Bergman e Antonioni. Rivive così in queste pagine quella che Martin Scorsese ha definito, con efficace semplicità, «l’emozione Bertolucci»: la stessa emozione che abbiamo provato di fronte ai suoi capolavori, l’attenzione all’inesauribile teatro della vita ma anche la vertigine dell’immaginario, l’utopia dei generosi sognatori di The Dreamers ma anche la nostalgia del «mondo che non tornerà più» di Prima della rivoluzione.

Un giorno mi trovarai di Kim Edwards

Collana: Narratori moderni
Pagine: 432
Prezzo: 18.60 Euro
Data di pubblicazione: 8 Settembre 2011

Trama:
Regione dei Finger Lakes, stato di New York. È una notte di luna piena. Lucy Jarrett è di fronte alle acque del lago, illuminate dai riflessi del cielo. Le sembra ancora di vedere il padre nella sua ultima notte di vita, seduto nel giardino di casa, l’aria pensierosa e turbata, pochi istanti prima di salire su quella barca che l’avrebbe portato alla morte. Sono passati anni da allora, anni in cui Lucy ha cercato di dimenticare, di farsene una ragione, senza mai riuscirci. Ma adesso, forse, è venuto il momento di scoprire la verità. Lucy è tornata a casa, dopo un lungo periodo all’estero. Nella grande tenuta in riva al lago tutto è rimasto come allora, i fiori di melo pallidi come le stelle e le stanze buie, rimaste sempre chiuse da quella terribile notte. In casa, tra le vecchie cose di famiglia dimenticate da tutti, Lucy ritrova alcune lettere risalenti ai primi anni del Novecento e un lenzuolo da bambino, con un ricamo di lune e fiori. Un motivo identico a quello delle preziose vetrate della chiesa del paese dove compare sempre una donna misteriosa, dai grandi occhi azzurri, con in mano un mazzo di iris della stessa varietà che cresce nel giardino di Lucy. Chi è questa donna? E chi è Rose, colei che firma le lettere misteriose? Lucy deve scoprirlo a tutti i costi. È convinta che lì, nei frammenti della vita dimenticata delle due donne, e forse in quella di una bambina abbandonata, si nasconda un segreto terribile. Un segreto che ha portato suo padre verso una strada senza ritorno.

Io e Dio di Vito Mancuso

Collana: Saggi
Pagine: 496
Prezzo:18.60 Euro
Data di pubblicazione: 8 Settembre 2011

Trama:Io e Dio di Vito Mancuso ruota intorno a questa domanda: una domanda intima, personale, che però coinvolge l'intera umanità, e dunque ciascuno di noi. In questo senso, per ogni uomo che viene sulla terra, cristiano o no, la partita della vita è sempre tra io e Dio. Tuttavia oggi tenere insieme un retto pensiero di Dio e un retto pensiero del mondo è molto difficile: così qualcuno sceglie Dio per disprezzo del mondo, qualcun altro sceglie il mondo per noia di Dio, mentre molti non scelgono né l'uno né l'altro, forse perché non avvertono più quell'esigenza radicale dell’anima che qualcuno chiamava «fame e sete di giustizia». In pagine ricche di dottrina e di passione per la verità, Vito Mancuso spiega e condivide le ragioni della sua fede in Dio. È un percorso in cui non mancano puntate polemiche, basato su una ampia riflessione, che supera di slancio la strettoia tra due posizioni in apparenza contrapposte, che negano entrambe la nostra libertà individuale: da un lato l'autoritarismo delle gerarchie religiose, dall'altro uno scientismo ateo e semplicistico. Ma una civiltà senza religione, o con una religione senza cultura, argomenta Vito Mancuso, perde inevitabilmente la propria coesione interna, schiacciata su una sola dimensione, in balia di un egoismo molto prossimo al cinismo o alla disperazione. Io e Dio apre invece la strada verso una fede basata sull’amore e sul dialogo, sulla libertà e sulla giustizia.

A presto,

Nessun commento:

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?