neve

venerdì 29 gennaio 2010

PETALI SULL'ACQUA di Kathleen E.Woodiwiss


Trama:
Irlanda, 1747.
Una giovane ingiustamente accusata di furto fugge su una navenegriera diretta in Virginia.
Comprata come schiava da un gentiluomo inglese che la conduce in un'incantata residenza nei boschi, l'ardente diciottenne dagli occhi di smeraldo non sa resistere a quel suo enigmatico e generoso"padrone".
Ma un'oscura minaccia si addensa all'orizzonte, e un'altra nave solca l'oceano spinta da un vento di vendetta e di passione.


Recensione:
Fin dall'inizio del libro si può notare la forza del carattere e del temperamento del personaggio femminile Shemaine O'Hearn.

Resiste ai sopprusi dell'ingiusta
signora Fitch, di Potts e di Morrisa sulla navenegriera dove Shemaine è inbacata per raggiungere le colonie. La ragazza è stata ingiustamente arrestata per un furto che non è mai avvenuto.
Ma nonostante tutto sopporta e non cede davanti a niente... se non davanti alla gentilezza del suo nuovo padrone... il gentiluomo inglese
Gage Thornton, arrivato nelle colonie qualche anno prima e che decide di comprare la ragazza perchè possa badare al figlioletto Andrew mentre lui lavora nel suo laboratorio dove fabbrica mobili oppure al brigantino che sta da anni progettando.

Piano piano vediamo che il rapporto tra Shemaine e Gage diventa sempre più consolidato. E l'attrazione inizia a divampare a i due.

Nella storia incontriamo anche
la signora McGee, un personaggio molto singolare con la spiccata abilità a combinare matrimoni...
Cain, uno storpio dalla nascita che viene aiutato da Shemaine quando Potts lo aggregisce e grazie a quel salvataggio Shemaine avrà un amico molto leale al suo fianco.

Un personaggio odioso al pari di Morrisa invece è
Roxanne, una coloniale che ha puntato gli occhi su Gage ancora prima dell'arrivo di Victoria, la prima moglie di Gage, rimasta uccisa dopo essere caduta dal brigantino.

Quando tutto sembrava che si fosse calmato almeno momentaneamente ecco da una nave scendono personaggi importanti... alcuni in modo positivo ed altri meno...

Nel complesso un bel libro, lettura piacevole, scorrevole, ben descritta.
Uno dei migliori dell'autrice.

Voto: 8
3 stelle


2 commenti:

Aghi ha detto...

Ciao! Io adoro la Woodiwiss: è stata per tutti la prima autrice letta e la nr 1. Questo è un bel romanzo, ha quell'accuratezza sia storica che psicolgica che la caratterizza. Personalmente, il mio preferito della Woodiwiss è Come cenere nel vento. A presto!

ALESSANDRA ha detto...

non ho mai letto nulla di questa autrice però vorrei leggere una rosa d'inverno e il fiore e la fiamma!!

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?