neve

sabato 24 marzo 2012

Recensione:IL MISTERO DEL TALISMANO PERDUTO DI K.M. MONING

IL MISTERO DEL TALISMANO PERDUTO
di Karen Marie Moning


Casa Editrice: Leggereditore
Collana: Narrativa
Pagine: 336
Prezzo: 9,90€
Data di pubblicazione: 23 Febbraio 2012
Codice ISBN: 9788865081365

Aggiungi la scheda di questo romanzo su aNobii.com oppure su Goodreads.com

Trama:
Da quando Mac ha scoperto di essere una veggente sidhe, la sua vita ha preso una piega del tutto inaspettata. E ora che la resa dei conti è inesorabile, di chi potrà fidarsi? Forse di un amuleto prezioso e antichissimo, che sembra proteggerla da sempre, oppure dello sfuggente Gerico? Tra piste false, esseri feroci, e la doppiezza di una realtà che non conosce pace, la giovane Mac dovrà tirare fuori tutto il suo coraggio, perché la sua caccia è appena iniziata e nulla potrà fermarla.

La mia recensione:

Secondo capitolo della serie Fewer, “Il mistero del talismano perduto” si rivela un libro molto intenso, una saga che è nettamente in crescita.

Se nel primo capitolo la Moning ci aveva introdotto nel complicato mondo degli esseri fatati qui approfondiremo molto la protagonista: MacKayla Lane.

La bella ragazzina bionda vestita di rosa ormai è solo un ricordo e Mac è diventata adulta e perfettamente a suo agio con il suo ruolo di veggente Sidhe.

Il suo scopo continua ad essere quello di vendicare la morte della sorella Alins ma ad esso si aggiunge la ricerca delle sue vere origini.

Il romanzo riprende esattamente da dove si era interrotto e per Mac e l'indecifrabile Barrons continua la ricerca del Sinsar Dubh, il libro Unseliee bramato da molti.

La loro ricerca verterà anche verso il Talismano, una reliquia fatata che verrà messa all'asta per un circolo molto ridtretto di interessati: oggetto molto ambito lascerà dietro di sé una scia di sangue.

Barrons continua ad essere un personaggio veramente enigmatico, sempre presente quando la protagonista ha bisogno di lui non dà però modo di fidarsi completamente di lui.

Cosa nasconde l'uomo? Chi è in realtà?

Un personaggio sempre più interessante, mi sta veramente incuriosendo e non vedo l'ora di leggere il terzo volume della saga per scoprire qualcosa in più su di lui.

Un altro personaggio che tornerà sulla strada di Mac è il pricipe Seelie V'lane: un essere fatato che uccide con il sesso e sembra molto interessato alla nostra veggente, ma cosa lo spinge verso di lei? Anche su di lui Mac dovrà mettere un bel punto interrogativo.

In questo romanzo poi compare un misterioso personaggio, un fantasma che assomiglia al Tristo Mietitore e sembra essere visto solo da Mac che lo prenderà come una sorta di rimorso di coscienza per tutti le morti di cui si è macchiata da quando ha messo piede in Irlanda...ma sarà così innocua come sembra questa oscura presenza?

Un libro veramente particolare che sa come destare l'attenzione del lettore, un ritmo incalzante e misterioso.

L'alternanza di momenti di azione a momenti in cui Mac riflette su se stessa e su ciò che sta accadendo sono il compromesso perfetto per un intreccio ben costruito.

L'approfondimento della protagonista è molto curato e crescendo Mac inevitabilmente guadagnerà il favore di molti più lettori, se nel primo era una ragazza abbastanza frivola qui la donna intelligente che è in lei ha il sopravvento ed è un piacere leggere i suoi ragionamenti e i suoi progressi.

Determinata a scoprire di più riguardo la sua identità verrà a conoscenza dell'esistenza di un gruppo di veggenti Sidhe che si offrirà di accoglierla come una famiglia.

Un aspetto questo che verrà sicuramente approfondito nei prossimi capitoli della saga.

Passando alle considerazioni finali quindi vi posso dire che in questo libro scopriremo moltissimi enigmi sui personaggi che circondano Mac ma non li risolveremo, è come se la Moning ci vuole incuriosire, ci dà dei dettagli che inizialmente sembrano sufficienti ma poi ci rendono avidi di scoprire ancora e come farlo senza la protaginista?

Per questo ho moltissimo apprezzato la mossa dell'autrice di dedicare questo secondo capitolo quasi completamente al suo approfondimento, in modo da avere chiaro nei prossimi volumi chi ci troviamo davanti.

La parte romance è lievemente accennata e mi chiedo se troverà mai effettivamente un ruolo in questa storia, per ora non ne vedo proprio la necessità, il libro mi piace così.

Un romanzo secondo me che o si ama o si odia, difficile trovare vie di mezzo perchè sia il mondo che ci propone la Moning sia il modo in cui ce lo propone sono molto particolari, e sicuramente non verranno apprezzati da tutti.

Per quanto mi riguarda sono :



A proposito della serie Fewer ho fatto delle ricerche ed ho delle anticipazioni per Voi^^ Stasera preparo l'articolo e domattina lo troverete sul blog!

A presto,

1 commento:

Emy ha detto...

Io faccio decisamente parte della schiera che ama questo romanzo. Leggendolo non ho mai avuto un momento di noia e i personaggi mi piacciono sempre di più.
Torno domani per l'articolo. ^_^

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?